Primo incontro con Proff. Balzani e Setti. Prime idee.

Oggi e’ stata una giornata importante per il nascente Forum Solare Italiano. Ho avuto il piacere di conoscere personalmente il Prof. Vincenzo Balzani e il Prof. Leonardo Setti del dipartimento di Chimica dell’Universita’ di Bologna.
Partiamo da Bologna, Bologna la Dotta.
Con loro e con il Prof. Nicola Armaroli si forma il primo nucleo di ACCADEMICI che danno linfa al Forum.
Le prime idee sulle quali abbiamo ragionato sono legate alla necessita’ di fare cultura sull’energia. Vi faccio un esempio banale. Se si dice a una persona qualunque, a ciascuno di noi, che ieri sera una trasmissione televisiva ha fatto una certa percentuale di share, e’ molto probabile che questa persona sappia cosa e’ lo share e che sappia anche se quella percentuale e’ buona, media o scarsa. Questo perche’ esiste una cultura televisiva diffusa che fa si’ che certe cose siano di dominio comune. Se alla stessa persona chiediamo quanti chilowattora consuma in un mese o in un anno casa sua, nel 99.99% dei casi non lo sa. Sa forse quanto paga di bolletta elettrica al bimestre, soprattutto se fa fatica a tirare fine mese..ma non ha la piu’ pallida idea di quanta energia consumi ne’ di tipo elettrico, ne’ di tipo termico (per scaldarsi) . Quindi mediamente sappiamo tutte le idiozie del grande fratello e associati, ma non sappiamo niente di un tema che per noi e’ vitale e, andando avanti lo sara’ sempre piu’. Quindi, quando si e’ ignoranti, nel senso che si ignora, viene facile pensare che ai problemi ci debba mettere una pezza qualcun altro. Per esempio : se serve energia in piu’ bisogna fare centrali in piu’. Invece, Balzani, Setti, Armaroli, NOI sosteniamo che sempre piu’ siamo noi a doverci fare carico di comportamenti e scelte energetiche importanti. L’esempio dell’informatica ancora una volta e’ calzante. Anni fa, quando la cultura informatica era zero, l’impiegato in ufficio DOVEVA imparare quanto il centro servizi EDP (si chiamava cosi’) dell’azienda lo obbligava ad imparare e usare. Era un sistema giurassico, costoso, rigido, impositivo. Oggi, l’impiegato usa il suo pc, il suo laptop, l’iphone, gli sms, i social networks, magari l’ipad eccetera, per se stesso e (giustamente) pretende che il sistema informativo dell’azienda sia almeno a livello di questo tipo di sofisticatezza e di facilita’ d’uso. Cioe’ oggi l’impegato detta le regole all’azienda, la stimola , la fa correre. Nell’energia siamo ancora al giurassico, pensiamo che sia un problema troppo complesso e che altri debbano risolverlo per noi. Noi ci limitiamo a pagare e ricevere corrente e gas. INVECE, siamo tutti potenziali produttori , in molti casi potenzialmente autosufficienti, di energia. Possiamo pensare che una quota parte del suo ‘prezzo’ ci rimanga nelle tasche e , soprattutto, che il prezzo ecologico da pagare possa scendere. Meno inquinamento, meno dipendenze da fattori di rischio (petrolio, uranio, gas). Per fare questo passo avanti bisogna capirci un po’ di piu’, e non e’ un male capire qualcosa in piu’ di cose che ci toccano il portafoglio, la qualita’ della vita, il futuro nostro e dei nostri  figli e nipoti…
Faremo quindi un po’ di attivita’ di distribuzione di informazioni e di conoscenza. Semplice semplice, facile da capire. Intanto, andate a prendere la bolletta dell’ultimo mese e guardate quanti kilowattora avete consumato e , se volete, trovate nella pagina del Forum SOlare in Facebook due interviste del  Prof. Balzani e del suo team. Cosi’ li conoscete.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Attivita'. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...